Europe Direct Lombardia

Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...
03/09/2021

L’UE riparte con scuole primarie e secondarie più inclusive e di alta qualità

Alunna che scrive

La Commissione europea ha avanzato una proposta per migliorare la qualità e l’inclusività dell’istruzione primaria e secondaria.

Tale proposta si fonda sull’idea di un “apprendimento misto”, che consiste nella combinazione di diversi ambienti di apprendimento; non soltanto quello meramente scolastico ma anche altri che sono collegati più o meno direttamente al mondo dell’istruzione, come imprese, centri di formazione, apprendimento a distanza, all’aperto, siti culturali, etc. Oltre agli ambienti sono presi in esami anche gli strumenti di apprendimento, sia digitali che manuali.

Prerogativa di questa misura è colmare le lacune più urgenti emerse in seguito all’emergenza Covid-19, così da accompagnare studenti e corpo docente nel percorso di “ripensamento” di ambienti e strumenti dell’istruzione primaria e secondaria.

La tipologia di apprendimento appena illustrata dovrebbe migliorare anche l'inclusività dell'istruzione. In tal senso ci sarà una maggiore offerta nelle zone remote e rurali, per chi fa parte di comunità nomadi, per chi risiede in ospedali e centri di assistenza o per coloro che praticano attività sportiva di alto livello. Gli ambienti scelti per ospitare l’apprendimento misto dovrebbero essere accessibili da tutti (compresi gruppi minoritari, minori con disabilità oppure provenienti da contesti svantaggiati dal punto di vista socioeconomico) e non dovrebbero dare luogo ad alcun tipo di discriminazione.

Dunque, nel dettaglio, la proposta della Commissione si propone di:

• Fornire ulteriori opportunità di apprendimento e sostegno mirato ai discenti con difficoltà di apprendimento, con bisogni educativi speciali, appartenenti a gruppi svantaggiati o altrimenti colpiti dalle interruzioni scolastiche. Tali opportunità potrebbero comprendere, ad esempio, maggior sostegno personalizzato, sistemi di mentoring, periodi di apprendimento supplementari durante l'anno scolastico e/o durante le vacanze, accesso a ulteriori ambienti di apprendimento, quali biblioteche pubbliche e spazi comunitari, e a servizi di doposcuola con sostegno pedagogico.

• Dare priorità al benessere fisico e mentale dei discenti e delle loro famiglie, nonché degli insegnanti e dei formatori. Ciò avverrebbe attraverso giornate di orientamento per la lotta al bullismo, per la salute mentale e per l'inclusione.

• Promuovere lo sviluppo delle competenze digitali dei discenti, delle loro famiglie e degli insegnanti e dei formatori;

• Sostenere partenariati efficaci per le infrastrutture e le risorse tra i diversi erogatori di istruzione;

• Utilizzare appieno i fondi e le competenze dell'UE per le riforme e gli investimenti nella scuola.

La Commissione invita gli Stati membri ad adottare al più presto la proposta ed è pronta a sostenere l'attuazione della raccomandazione attraverso i forum di dialogo istituiti nel quadro dello spazio europeo dell'istruzione. Ulteriori informazioni sono disponibili sul portale della Commissione europea. 

Europe Direct Lombardia

@ED_Lombardia

europedirect@regione.lombardia.it

Contenuto complementare
true true
wireInterface autoWiringManager
reorderPage
sharePage viewMorePage
${loading}
${loading}
theme-toolbar utb-shelf
ibmCfg.controllers.navigation
ibmCfg.controllers.navigation true true true