Europe Direct Lombardia

Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...
09/09/2021

Un sondaggio di Eurobarometro mostra che i cittadini sono favorevoli alla Conferenza sul Futuro dell’UE

sondaggio

I cittadini europei sono favorevoli all'avvio della Conferenza sul futuro dell'Europa. E’ quanto emerge dal sondaggio speciale Eurobarometro n. 500 “Il futuro dell’Europa” (EB94.1), condotto dal Parlamento europeo e dalla Commissione europea, dedicato all’"Indagine speciale Eurobarometro sul futuro dell'Europa", che si era svolta tra il 22 ottobre e il 20 novembre 2020 nei 27 Stati membri dell'Unione europea.

Come considerano i cittadini la Conferenza?
Tre quarti degli europei sono favorevoli alla Conferenza sul futuro dell’Europa, 6 su 10 ritengono la riflessione sul futuro condizionata indubbiamente dalla pandemia da COVID-19 ed il 92% dei cittadini europei, sono convinti della necessità di poter avere “più voce” nelle decisioni sul futuro dell’Unione europea. Il 51% dei cittadini intervistati vorrebbe infatti prendere parte direttamente agli aspetti decisori: in Irlanda l’81%, in Belgio il 64%, in Lussemburgo il 63% e in Slovenia il 63%. Per il 55% dei cittadini europei, il voto alle elezioni europee è il primo modo per “prendere la parola”, ma considera rilevanti anche altri interventi nelle scelte sul futuro dell’Europa.

Valore aggiunto dell’UE
Secondo i risultati del sondaggio, i punti di forza dell’Unione europea sono: per il 32%, il rispetto della democrazia, dei diritti umani e dello Stato di diritto mentre, per il 30%, il fattore economico, inteso anche quello industriale e commerciale. Il 51% dei cittadini, poi, vorrebbe un maggiore coinvolgimento dei cittadini stessi e di differenti estrazioni. Auspicato anche un ruolo maggiore dei giovani (47%), di governi nazionali (42%) e degli intellettuali, accademici e scienziati (40%).

Effetti e sviluppi futuri dell’UE
I cittadini europei rispondo al quesito del sondaggio auspicando in una maggiore equiparabilità del tenore di vita (35%) e una più forte solidarietà (30%) nei diversi Stati membri dell’UE. Non manca naturalmente l’attenzione dei cittadini sia al tema sanitario, sia al tema dell’istruzione. Il 25% dei cittadini che ha risposto al sondaggio, vorrebbe infatti la realizzazione di una Politica sanitaria comune e la comparabilità dei parametri nell’istruzione (22%).

 

Redazione Europe Direct Lombardia
@ED_Lombardia
europedirect@regione.lombardia.it

Contenuto complementare
true true
wireInterface autoWiringManager
reorderPage
sharePage viewMorePage
${loading}
${loading}
theme-toolbar utb-shelf
ibmCfg.controllers.navigation
ibmCfg.controllers.navigation true true true